Tartaruga d’acqua dolce: Alimentazione e Falsi Miti

Le tartarughe d’acqua dolce sono ONNIVORE e per questo affinché crescano bene e in salute la loro dieta deve essere varia.

Non posso essere alimentate solo a gamberetti secchi e pellet che possono comunque essere utilizzati come alimenti in aggiunta ad altri.


In generale l’importante è che l’alimentazione sia varia così da evitare scompensi alimentari, carenza vitaminiche o problemi ossei.


Se la tua tartaruga presenta occhi gonfi o chiusi, deformazione del guscio, guscio molle, galleggiamento o polmonite allora c’è anzitutto un problema di alimentazione ed è necessario intervenire subito.

Ecco una lista di alimenti VEGETALI adatti alla tartarughe d’acqua da variare nella settimana: cicoria, radicchio rosso, tarassaco, rucola, carota, zucchina, crescione, trifoglio, petali di rose.

E una lista di ALTRI ALIMENTI che possono essere dati crudi o congelati:

salmone, trota, persico, tarme della farina, lombrichi, blatte, grilli, carne bianca, lumache, pellet specifico, gamberetti secchi

Per la salute ed il corretto sviluppo del carapace è necessario un’adeguato apporto di calcio.

L’OSSO DI SEPPIA è super indicato.

Basterà lasciarlo a mollo nell’acqua terrario e lasciarlo a disposizione della tartaruga che piano piano se lo mangerà.

Se sarà necessario, in caso di carapace mollo forniremo al rettile un integrazione supplementare.

Falsi miti:

Non diventano più aggressive se mangiano carne o pesce crudi.

Semplicemente sono poco socievoli e aggressivette di natura. E se cercano di morderci è perché abbinano il colore della nostra pelle alla carne cruda, tutto qui.

Altre fonti

Animaliesoticimilano.it

Post recenti

Mostra tutti