Primavera e antiparassitari

Con l’arrivo della bella stagione, le piogge tipiche della primavera, seguite da un bel sole caldo, fanno sì che l’erba cresca in fretta e offra terreno fertile a pulci e zecche.

Se il tuo amico a 4 zampe non è protetto è necessario, in questo periodo, iniziare ad utilizzare gli antiparassitari giusti scegliendo quelli più adatti alle sue esigenze chiedendo indicazioni al tuo veterinario o facendoti consigliare dal tuo negozio per animali di fiducia.


I parassiti dai quali proteggersi sono pulci, zecche, zanzare e zanzare flebotomi che possono portare malattie (quelle più conosciute) come la tenia, la leishmaniosi, la filaria, la dermatite allergica, il morbo di Lyme.


Gli antiparassitari contro pulci, pidocchi e zecche possono essere utilizzati già dalle 8 settimane di vita del nostro pelosetto.


Ma quale antiparassitario scegliere? E in che forma? Spot on (pipette), collare, spray?


È necessario essere costanti nell’applicazione degli antiparassitari per garantire sempre un’adeguata protezione, quindi se sapete già che avrete difficoltà a ricordare di applicare la pipetta ogni 4 settimane, scegliete piuttosto un collare che una volta indossato ha una copertura di 7-8 mesi.


Le pipette vanno applicate lungo la schiena del tuo amico peloso, separando il pelo e senza massaggiare, i collari vanno indossati non troppo stretti, sopratutto nei gatti; ma nemmeno troppo larghi: l’ideale è che passi comodamente un dito fra il collo dell’animale e il collarino.

In più nelle passeggiate più lunghe potete valutate l’aggiunta di uno spray repellente, anche naturale, per tenere distanti i parassiti.


Nella scelta dell’antiparassitario bisogna tenere conto di alcuni fattori:

Se abbiamo cane e gatto, attenzione, alcuni antiparassitari sono tossici per il gatto;

Se il cane dorme all’esterno è più soggetto alle punture degli insetti sarà quindi necessario utilizzare un prodotto antiparassitario e repellente;

Se il vostro amico a 4 zampe sta spesso in giardino, nelle aree cani o a contatto con altri animali, il rischio di infestazione è più elevato.


In ultimo vogliamo ricordare che gli antiparassitari si dovrebbero utilizzare tutto l’anno, anche se si pensa che durante l’inverno pulci e zecche non ci siano.

In realtà d’inverno continuano ad esserci molti casi di dermatiti allergiche da pulci in cani e gatti non adeguatamente protetti, le pulci infatti possono annidarsi in casa e le zecche, se l’inverno, è un’inverno mite, è probabile che tornino a fare capolino.

Buona primavera a tutti 🌸

Post recenti

Mostra tutti